Notizie Andamenti Le banche possono entrare nel mercato delle Stablecoin

Le banche possono entrare nel mercato delle Stablecoin

April 25, 2024 Andamenti
BITmarkets | Le banche possono entrare nel mercato delle Stablecoin

Un nuovo disegno di legge sulle stablecoin, presentato al Senato degli Stati Uniti, potrebbe motivare le banche americane a impegnarsi più attivamente nel settore delle stablecoin, secondo S&P Global Ratings.

In una nota di ricerca del 23 aprile, S&P ha discusso il Payment Stablecoin Act, presentato al Senato il 17 aprile.

L'azienda ritiene che la legge potrebbe aprire la strada alle banche per l'emissione di stablecoin ancorate al dollaro statunitense e potenzialmente creare sfide per i principali emittenti di stablecoin non statunitensi, come Tether.

S&P ha fatto riferimento alle stablecoin come potenziali emittenti di stablecoin che potrebbero diventare un'alternativa al dollaro statunitense.

S&P ha parlato delle stablecoin come di un potenziale "pilastro fondamentale dei mercati finanziari", citando l'esempio del fondo BUIDL recentemente lanciato da BlackRock, che dimostra le potenziali efficienze e la maggiore sicurezza nei regolamenti forniti dalle stablecoin per la tokenizzazione di asset e obbligazioni digitali.

Il Lummis-Gillibrand Payment Stablecoin Act include disposizioni come un tetto massimo di emissione di 10 miliardi di dollari per le imprese di stablecoin non bancarie, un divieto sulle stablecoin algoritmiche "non garantite" e l'obbligo per gli emittenti di mantenere riserve uno a uno in contanti o equivalenti.

"Supponendo che il disegno di legge venga approvato e che segua la relativa regolamentazione bancaria, le nuove regole potrebbero offrire alle banche un vantaggio competitivo, limitando le istituzioni senza licenza bancaria a un'emissione massima di 10 miliardi di dollari", ha dichiarato S&P.

L'agenzia ha anche sottolineato che il limite di emissione di 10 miliardi di dollari per le imprese non bancarie potrebbe rappresentare una sfida significativa per Tether, che attualmente ha una capitalizzazione di mercato di 110 miliardi di dollari ed è il più grande emittente di monete stabilizzate in dollari statunitensi.

Secondo S&P Global, "Tether, la più grande stablecoin per volume in circolazione, è emessa da un'entità non statunitense e quindi non è una stablecoin di pagamento consentita ai sensi della proposta di legge.

Questo significa che le entità statunitensi non potrebbero detenere o effettuare transazioni in Tether, il che potrebbe ridurre la domanda e al contempo incrementare le stablecoin emesse negli Stati Uniti".

S&P ha osservato che una parte significativa delle transazioni di Tether è condotta al di fuori degli Stati Uniti, Quando ha presentato il disegno di legge, la senatrice democratica Kirsten Gillibrand ha sottolineato l'importanza di un quadro normativo per le monete stabili, affermando che è "assolutamente fondamentale per mantenere il dominio del dollaro statunitense, promuovere un'innovazione responsabile, proteggere i consumatori e reprimere il riciclaggio di denaro e la finanza illecita".

Tuttavia, il disegno di legge ha incontrato delle critiche. Coin Center, un gruppo di difesa delle criptovalute, ha espresso le sue preoccupazioni, etichettando il divieto sulle stablecoin algoritmiche come "cattiva politica" e ritenendolo un atto incostituzionale ai sensi delle protezioni del Primo Emendamento.

Fonti:

https://cointelegraph.com/news/banks-flood-stablecoin-market-new-payment-act-passes-senate

https://www.spglobal.com/ratings/en/research/articles/240423-your-three-minutes-in-digital-assets-new-rules-could-boost-u-s-stablecoin-adoption-13083275

https://twitter.com/gillibrandny/status/1780567473386909881

Join

Prova a invitare i tuoi amici e guadagnare insieme

10% of trading fees of your friends and 5% from the earnings of your friends.

Articoli correlati